geanina-t

Click here to edit subtitle

Blog

Galateo- come se deve comportare a tavola

Posted by telibasageanina on August 27, 2014 at 4:00 AM Comments comments (0)

           Innanzitutto fumo e cellulare sono banditi da un qualsiasi pasto, proprio per rispettare gli altri commensali: se la sigaretta, infatti, potrebbe infastidire alcune persone, l’utilizzo di smartphone e tablet quando si è in compagnia è un segno di poco rispetto. La posa corretta, anche in momenti più informali, prevede che ogni persona debba tenere sempre i piedi sotto al tavolo, mai incrociati sulla sedia o esterni, i gomiti non appoggiati alla tovaglia e il busto eretto, e non chino sulla pietanza. Ovviamente è anche bene non parlare mentre si mastica, bere e mangiare contemporaneamente, utilizzare lo stuzzicadenti di fronte a tutti o pulirsi la bocca con la tovaglia (per questo c’è il tovagliolo).

Ci si accomoda a tavola.

Al momento di accomodarsi a tavola il Galateo vi consiglia di procedere con le seguenti operazioni:

Attendete che l'ospite più importante, cioè quello alla destra della padrona di casa, si sieda e quindi prendete posto.

Stendete Il tovagliolo sulle gambe senza aprirlo completamente.

Non toccate il pane prima che sia stata servita almeno una portata.

Se dovesse accidentalmente cadervi una posata evitate di finire sotto il tavolo a recuperarla e lasciate che sia la padrona di casa o il cameriere a fornirvene una nuova.

Anche se spesso accade, ricordate che il Galateo non prevede la possibilità di augurare "Buon Appetito" e né di poggiare i gomiti sul tavolo.

Una volta che la padrona di casa ha portato in tavola la prima portata, attendete il vostro turno e servitevi passando poi il piatto alla vostra destra, preoccupandovi di servire i vostri bambini o di aiutare chi abbia limitazioni fisiche.

Durante il pasto.

E' bene ricordare le seguenti regole:

Usate il tovagliolo solo per pulire le labbra prima di bere e appena dopo.

Concedetevi il bis di un piatto ma mai il tris.

Non mangiate le guarnizioni, sono prettamente estetiche

Ecco una serie di importanti e semplici raccomandazioni per aiutarci a ricordare cosa è sempre bene cercare di evitare:

tenere le mani sulle ginocchia tra una portata e l'altra.

proporre o richiedere assaggi.

circondare il piatto con il braccio.

dichiarare che un piatto non è di vostro gusto (meglio passare il piatto da portata al vostro vicino o limitarsi ad un "no grazie" se vi servire il cameriere).

chiedere qualcosa che non è presente in tavola.

sollevare il bicchiere verso la bottiglia quando vi offrono vino o acqua.

coprire il bicchiere con la mano o peggio ancora di sottrarlo magari all'ultimo momento, se non volete il vino.

Attenzione! Se inavvertitamente rovesciate il vino o l'acqua scusatevi ma non cercate di rimediare voi stessi lasciando questa incombenza al cameriere o ai padroni di casa.

In chiusura

Ecco cosa fare alla fine del pasto:

Riponete il tovagliolo sul tavolo senza ripiegarlo.

Aspettate che la padrona di casa vi inviti a raggiungere il salotto per il caffè e per il dopo cena.

Attenzione! Di norma non si fuma a tavola. Solo a fine pasto e nel caso in cui sia la padrona di casa ad autorizzarvi, sarà possibile accendere una sigaretta.

 

 


Galateo per le feste

Posted by telibasageanina on March 6, 2013 at 8:35 AM Comments comments (2)

Ciao a tutti,

Spesso sento amici/ amiche parlando delle cene, pranzi opurre semplici inviti che preferiscono evitare per diverse ragioni, le piu comuni sono le chiacchere del paese, chi ci sarà? che cosa mi metto? e soprattutto: che cosa porto? per non essere giudicato/ sparlato

Ho cercato un po di regole di " bon ton" per chi invita o per chi e invitato per evitare certi imbarazzi .

Per chi invita:

1. La lista degli invitati deve essere non troppo omogenea, mescolare età, professioni, gruppi e hobby, altrimenti si rischia di parlare tutta la sera delle stesse cose : lavoro...sport....etc.

2. Agiungere un interesse o un dettaglio di tutti gli ospiti per utilizzarlo al momento delle presentazioni e offrire un appiglio di conversazione, per esempio invece di " Lei e mia amica Giulia" si puo utilizare " Lei e Giulia, si ocupa dei fiori, viaggia...etc"

3.Placé o buffet? Per una cena “seduta”, ci devono essere almeno 60 cm di tavolo a testa. Se lo spazio non c’è, meglio in piedi.

4.Il look: i padroni di casa devono essere curati ma sempre understatement. Niente sfoggi eccessivi, cascate di gioielli o tacco 12. Se volete un look elegante, specificatelo nell’invito.

5.Bambini: se non li volete tra i piedi, ditelo chiaramente. Gli amici con figli di solito fanno finta di non capire le vostre velate allusioni. Se allargate l’invito ai pargoli, preparate un tavolo apposta per loro, tanti giochi e una dose extra di pazienza per le devastazioni della casa.

6. Non fate la cameriera né la colf. I piatti si portano in tavola e gli ospiti si servono da soli. Se si rovescia un bicchiere, pulite il minimo indispensabile senza isterie. Niente lavastoviglie con gli ospiti ancora in soggiorno.

7.Ricevere un regalo con stile

-apritelo subito, avendo cura di mostrarvi sorpresi e lieti del presente.

-non aprite il pacco in modo scomposto, ma cercate di ripercorrere le linee secondo le quali è stato impacchettato evitando poi di buttare la carta. In questo modo mostrerete rispetto per chi vi fa il regalo e per la gentilezza che ha mostrato nell'impacchettare il presente per voi.

Cercate inoltre di tenere sempre a mente che:

Se vi regalano una bottiglia di vino non siete obbligati ad aprirla al momento.

Se ricevete dei fiori dovete metteteli subito in un vaso e sistemarlo ben in vista.

Attenzione! Se ricevete il regalo in presenza di altri ospiti che non hanno portato niente, limitatevi a ringraziare in maniera composta.

Per chi e invitato:

1. All’invito si risponde sempre, anche se è un no, nei tempi indicati.

2.Vietatissimo chiedere: “Chi c’è di altri?” oppure: “Posso dirtelo all’ultimo?”

3.Alle feste e soprattutto alle cene si arriva puntuali.

4.Mai a mani vuote. I fiori però vanno fatti recapitare nel pomeriggio oppure il giorno dopo, con un biglietto di ringraziamento (altrimenti la padrona di casa dovrà perdere tempo a cercare un vaso mentre è ancora impegnata nei preparativi o a ricevere gli altri ospiti). Bene anche i libri illustrati, un Cd, cioccolatini extralusso. Il vino è ammesso solo se l’etichetta è ottima e chiarendo che è per la cantina, così da non obbligare i padroni di casa a stapparlo anche se non c’entra nulla con il menu.

5.Mai monopolizzare i padroni di casa o un solo invitato. Se qualcuno vi piace particolarmente, niente pozze di saliva o sguardi assassini durante la serata: semmai provate a ottenere il numero di telefono per rivederlo/a.

6.Se partecipate con il partner, evitate di incollarvi al muro e scambiarvi effusioni per tutta la serata (a meno non siate in un gruppo di esibizionisti). Se avevate così voglia di stare soli, potevate starvene a casa.

7. In casa non si fuma? Nessuno più di me può capire il vostro dramma, ma niente scenate da crisi di astinenza. Provate a cercare un balcone.

8.La regola è per il giorno dopo: ringraziate sempre per l’invito con una telefonata, una mail o un sms per gli amici più intimi.